100 CAMPANILI UNA FEDE

WhatsApp Image 2023-12-20 at 18.25.41 (1)
WhatsApp Image 2023-12-20 at 18.25.41 (2)
WhatsApp Image 2023-12-20 at 18.25.41
WhatsApp Image 2023-12-20 at 18.21.33 (1)
WhatsApp Image 2023-12-20 at 18.21.33

Trova nuovamente la vittoria in casa la squadra di Sasà Marra, regalando così un Natale più sereno ai suoi tifosi.

Approccio alla gara importante da parte dell’Acireale che, attento e aggressivo, si rende più volte pericoloso dalle parti di La Cagnina. Atteggiamento che viene presto ripagato dal gol del vantaggio, arrivato al 15’ grazie al gran tiro dalla distanza di Lucchese su cui il portiere avversario non può fare nulla. Sbloccata la gara, i granata tentano più volte la rete del raddoppio. Da sottolineare al 38’ il tentativo di Cicirello che, servito dalle retrovie, si libera degli avversari e calcia da posizione defilata: palla fuori di nulla. Nel finale di tempo, la Sancataldese inizia ad affacciarsi con pericolo dalle parti di Zizzania. Al 45’, Varela calcia a colpo sicuro da due passi, ma trova il miracolo del portiere granata. Un minuto più tardi però, la Sancataldese colpisce con Calabrese, bravo nel tap-in dall’area piccola.

Al contrario della prima parte di gioco, il secondo tempo non regala particolari occasioni da gol. Solo nel finale, in superiorità numerica (espulso Correnti al 65’), l’Acireale si accende con Savanarola protagonista. Da poco entrato in campo, il capitano granata sfiora il vantaggio di testa al 90’, trovando la risposta miracolosa di Dolenti. Al 93’, però, in pieno recupero, va in scena un’azione fotocopia di quella precedente, ma questa volta con un finale diverso: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Montaperto, infatti, Savanarola impatta di testa e questa volta batte Dolenti. È 2-1 per l’Acireale, a tempo praticamente scaduto. Un successo importante per i granata, che chiudono il girone d’andata nel migliore dei modi.

Intervenuto in conferenza stampa al termine del match, Sasà Marra ha analizzato la vittoria dei suoi: Non era semplice giocare oggi, affrontavamo una squadra che spesso chiudeva bene gli spazi. Sono molto felice della pazienza messa in campo dai ragazzi, che si allenano sempre bene e meritano questa vittoria. Cambi? Abbiamo rischiato, sia Savanarola che Di Mauro non erano in grande condizione, ma hanno fatto bene. Li ringrazio per lo spirito avuto. In generale, va fatto un grande applauso a tutti. Lo sappiamo, manca qualche punto, ma oggi i ragazzi vanno solo ringraziati”. Sul finale della prima parte di gioco, che ha visto un blackout dei granata, ha dichiarato: Dispiace per quei dieci minuti del primo tempo in cui abbiamo dato spazio a una squadra che faticava tanto a creare dei pericoli concreti. Ma, ripeto, ho apprezzato l’atteggiamento messo in campo da questa squadra. Abbiamo tanto da migliorare, ma lo sappiamo e avremo modo di crescere”. Infine, sul capitano: Savanarola? Come detto prima, va ringraziato: oggi ha dato ancora una volta un dimostrazione del suo valore, dando a questa giornata”.

Proprio Savanarola è intervenuto, dopo il mister, ai microfoni dei giornalisti presenti in sala stampa: “Sono davvero molto, molto contento. Ci siamo regalati questa vittoria, che porterà un Natale un po’ più spensierato e sereno a tutti. Questa vittoria può regalare uno spirito diverso per affrontare un girone di ritorno difficile. Vogliamo dare del filo da torcere a tutti, anche alle grandi che arriveranno qui. Ringrazio ancora una volta la nostra Società, e sottolineo: tutto ciò che si fa, che sta riuscendo a fare, non è mai scontato. Ogni tanto sento e leggo qualcosa che non corrisponde alla realtà. Lo ripeto, sappiamo dove eravamo e nulla è scontato. Dobbiamo continuare così, la città ha risposto bene al nostro impegno ed è questa la linea giusta”. Poi, un bilancio di metà stagione: “Se devo essere onesto, qualcosa ci manca. Questa squadra in determinati momenti della gara stacca l’interruttore, ma la vittoria di oggi può essere stata l’occasione per sbloccarci mentalmente. Oggi è stata una vittoria importante, che consegna morale e regala consapevolezza in vista del girone di ritorno”. Sul gol, infine, fa dedica speciale: “Penso che a realizzare questa rete qualcuno mi abbia aiutato da lassù. Il pensiero va a mia suocera e a mio zio, il gol lo dedico a loro”.

 

Salvo Re

Ufficio Stampa

SSD Città di Acireale 1946 arl

 

 

TABELLINO

ACIREALE: Zizzania, Maltese, Lucchese (35’ ST Savanarola), D’Alessandris, De Mutiis (21’ ST Galletta),

Germinio, Cicirello, Lo Coco, Sticenko (35’ ST Di Mauro), Vaccaro (21’ ST Montaperto), Palma.

In panchina: Bollati, Corigliano, Tufano, Mirabelli, Spinelli.

Allenatore: Salvatore Marra

SANCATALDESE: La Cagnina (41’ PT Dolenti), Parisi, Ozawje, Lo Nigro (29’ ST Giuffrida), Brumat, Calabrese, Dhampa, Durmush (32’ ST Policano), Varela (29’ ST Correnti), Zerbo, Mazza (9’ ST Papotto).

In panchina: Scalia, Policano, Petracca, Siino, Sclafani.

Allenatore: Accursio Sclafani

Arbitro: Alessio Amadei, di Terni

1 °Assist.: Vito Bensorte, di Trapani

2° Assist: Angelo Smiraglia, di Palermo

RETI: 16’ PT Lucchese (A), 46’ PT Calabrese (S), 48’ ST Savanarola (A)

Angoli: 5 (A) – 0 (S)

RECUPERO: 3 PT 4+2 ST

AMMONITI: 24’ PT De Mutiis (A), 48’ PT Calabrese (S), 22’ ST Palma (A), 31’ ST Parisi (S)

ESPULSI: 37’ ST Correnti (S) per fallo

SPETTATORI: 400 CA

Antonio Spinella