100 CAMPANILI UNA FEDE

DSC_3669
DSC_3673
DSC_3691
DSC_3701
DSC_3752

L’Acireale  torna al successo: decide un gol di Lo Coco. Marra: “Felice del lavoro dei ragazzi”

Torna alla vittoria l’Acireale di Marra, dopo settimane difficili.

Primo tempo dalla grande intensità e solidità quello dei granata, più propositivi degli avversari nella prima parte di gioco.

Già al 3’ minuto, i granata si rendono pericolosi dalle parti di Testagrossa con un tiro al volo di Cicirello dalla distanza. Al 18’, l’Acireale va a un passo dalla rete del vantaggio ancora con Cicirello che, servito da Montaperto sugli sviluppi di un calcio piazzato, sbatte sull’impeccabile intervento del portiere del Canicattì, Testagrossa. Sfiorato il gol, la squadra di Marra continua a tenere il pallino del gioco in mano e cerca l’occasione giusta. Episodio che arriva al 31’, quando Montaperto da una punizione sulla trequarti trova Lo Coco che, di testa, stacca anticipando gli avversari e trova il gol dell’1-0 granata.

Nella ripresa, tanta intensità e pochissime occasioni da rete per le due squadre. In particolare però, il secondo tempo si contraddistingue per due espulsioni in due minuti (al 75’ e al 77’) rimediate dalla squadra di Pidatella, con Messina (fallo da ultimo uomo su Lo Coco) e Raimondi (doppia ammonizione) che hanno lasciato prima del previsto la gara. Dopo quattro minuti di recupero, l’Acireale può festeggiare il tanto atteso ritorno al successo.

Intervenuto in conferenza stampa Orazio Pidatella ha commentato: “È stato un primo tempo difficile, più per demeriti nostri. Conoscevamo le difficoltà della gara, abbiamo lottato e in nove uomini ci abbiamo provato fino alla fine. È stata una partita intensa, maschia, con una posta in palio importante”. Ha poi concluso: “Abbiamo dimostrato ancora una volta di avere il nostro credo e andiamo avanti per la nostra strada”.

Salvatore Marra ha parlato del suo primo successo sulla panchina dei granata. “Oggi sono molto felice del fatto che non abbiamo subito neanche un tiro in porta. Abbiamo fatto un grande lavoro in ogni fase del campo e siamo riusciti a vincere senza soffrire più di tanto”. Ha poi puntualizzato, comunque, che c’è da migliorare, mettendo in evidenza come nel match di oggi l’Acireale non sia riuscito a chiudere i conti in doppia superiorità numerica: “Siamo esseri umani. Succede quando non vinci da tanto, devi avere la lucidità di chiudere la partita. Alleno questa squadra anche nelle difficoltà, tutti commettiamo degli errori e io per primo ne ho fatti in precedenza. Adesso, anche con una condizione fisica in crescita, puntiamo a fare ancora meglio”. Infine, in relazione al futuro ha dichiarato: “Con la Società stiamo cercando di costruire qualcosa di importante, vogliamo mettere ognuno al proprio posto. Mercato? Stiamo cercando di tracciare la linea giusta. Cerchiamo uomini prima ancora che calciatori”.

 

Salvo Re

Ufficio Stampa

SSD Città di Acireale 1946 arl

 

TABELLINO

ACIREALE: Zizzania, Galletta, Savanarola (31’ ST Lucchese), Montaperto (15’ ST De Mutiis), Germinio, Cicirello (37’ ST Sticenko), Milo, Lo Coco, Mirabelli, Palma (31’ ST Corigliano), Cusumano.

In panchina: Bollati, Maltese, Sirimarco, Russotto, Spinelli.

Allenatore: Salvatore Marra

 

CANICATTÌ: Testagrossa, Amenta (1’ ST Petrucci), Tedesco, Diaz, Raimondi, Camara, Sidibe, Vecchi (1’ ST

Messina), Catania, Viglianisi, Scopelliti (1’ ST Salvia).

In panchina: Cabriglia, Frangiamone, Tavella, Caramazza, Terrana.

Allenatore: Orazio Pidatella

 

Arbitro: Riccardo Dasso, di Genova

1 °Assist.: Luca Marucci, di Rossano

2° Assist: Angelo Mazza, di Reggio Calabria

 

RETI: 32’ PT Lo Coco (A)

 

Angoli: 5 (A) 2 (C)

 

AMMONITI: 6’ PT Savanarola (A), 16’ PT Vecchi (C), 17’ PT Raimondi (C), 27’ PT DIAZ (C), 37’ PT Cicirello (A), 33′ ST Montaperto (A), 38’ ST Milo (A), 42’ ST Cusumano (A), 49’ ST De Mutiis (A), 49’ ST Sidibe (C).

 

ESPULSI: 29’ ST Messina, per fallo da ultimo uomo su Lo Coco, 33’ ST Raimondi per doppia ammonizione.

 

RECUPERO: 2’ PT – 4’+1’ ST

 

SPETTATORI: 900 CA

Antonio Spinella