100 CAMPANILI UNA FEDE

WhatsApp Image 2023-11-05 at 16.07.18
WhatsApp Image 2023-11-05 at 17.44.55
WhatsApp Image 2023-11-05 at 17.43.58
WhatsApp Image 2023-11-05 at 17.46.19
WhatsApp Image 2023-11-05 at 17.46.18
WhatsApp Image 2023-11-05 at 17.48.24

Cuore e carattere a Trapani: finisce 1-1. 

Russo: “Sacrificio e atteggiamento, abbiamo avuto il ‘timbro’ giusto”.

Al “Provinciale” di Trapani, l’Acireale approccia nel migliore dei modi la partita.

Alla battuta del primo pallone della gara, Vaccaro lancia in area trovando Cicirello, che viene ostacolato da un tocco di mano di Sabatino. Per l’arbitro non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Dagli undici metri, Montaperto porta l’Acireale in vantaggio dopo appena venticinque secondi dall’inizio della gara. Un duro colpo per il Trapani, che subisce l’istantanea rete degli ospiti. Tuttavia, la squadra di Alfio Torrisi riesce a riorganizzarsi e, nonostante l’Acireale riesca a tenere bene il campo, inizia a spingere alla ricerca del pareggio. Al 23’, Cocco tenta la rete direttamente da calcio di punizione, andando però contro la barriera posizionata da Zizzania. Due minuti più tardi, l’Acireale sfiora il doppio vantaggio con Cicirello dal limite, ma il pallone finisce alto sopra la traversa di Ujkaj. Al 34’, invece, i padroni di casa falliscono clamorosamente l’1-1: sugli sviluppi di una ripartenza, Balla si ritrova a pochi passi dal gol ma, a porta vuota, tenta un cucchiaio che finisce fuori. In questa fase di gara, il Trapani continua a spingere e sfiora ancora una volta il pareggio con Ba di testa al 37’, trovando l’attento Zizzania. A pochi istanti dal finale del primo tempo, però, la squadra di Torrisi trova la rete del pareggio con Gagliardi, bravo a sfruttare l’assist dalla destra di Morleo.

Nella ripresa, il Trapani attacca a testa bassa alla ricerca del vantaggio. Già al 48’ si avvicina al gol con Morleo prima e Cristini poi, ma entrambi i tentativi finiscono a lato. Al 52’ Zizzania è attento sul tiro dal limite di Crimi. Nonostante l’offensiva dei granata di casa, comunque, l’Acireale si fa vedere in avanti e, al 54’, va a un passo dal nuovo vantaggio con De Mutiis che, servito da Montaperto, colpisce di testa e sfiora il palo della porta difesa da Ujkaj. In questa fase, il Trapani continua a spingere. Al 56’ Cocco sfiora la rete da punizione, con la sfera che finisce di poco fuori. Al 68’ Zizzania ancora protagonista sul tentativo di Kragl dalla distanza. All’82’, nuovamente Trapani in avanti con Marigosu, ma il suo tentativo finisce ancora una volta fuori. Finale tesissimo tra le due squadre, alla ricerca dell’episodio decisivo. In pieno recupero l’Acireale si avvicina alla rete con un tiro al volo di Romano, ma il suo tentativo finisce a lato. Quest’ultima risulta essere l’ultima occasione della partita. Al “Provinciale” di Trapani, l’Acireale rimedia un pareggio dopo una prestazione di grande carattere.

Il mister del Trapani, Alfio Torrisi, ha commentato così la gara: “Per loro è un punto importante e meritato. In questi casi, bisogna fare i complimenti al nostro avversario. Noi dal punto di vista dell’aggressione abbiamo fatto un primo tempo eccellente. Nella ripresa invece, frenesia e poca astuzia hanno ostacolato la nostra vittoria. Detto questo, ho già fatto i complimenti ai miei ragazzi perché l’impegno non è mai mancato”.

Anche Agatino Chiavaro, Direttore Sportivo dell’Acireale, ha parlato ai microfoni dei giornalisti a fine gara: “Il nostro è senza dubbio un periodo particolare. I ragazzi hanno sofferto molto in questa settimana: questo è un risultato che loro meritano, così come la proprietà. Conoscevamo le difficoltà di oggi, abbiamo fatto una partita di sofferenza. Dobbiamo ricordare qual è il nostro obiettivo: la salvezza, magari divertendoci. Questa è una squadra nuova e giovane, serve pazienza e bisogna aiutare questi ragazzi nella loro crescita”. Sul nuovo allenatore, che sostituirà De Sanzo, ha poi dichiarato: “Abbiamo già concluso tutto, presto sarà annunciato. Oggi era presente in tribuna e penso abbia capito il valore umano del gruppo che avrà a disposizione”.

Infine Gianluca Russo, in panchina da allenatore dell’Acireale per questa gara, ha commentato: “Conoscevamo le difficoltà di questa gara, l’avversario ha una qualità evidente. La nostra unica arma possibile era quella dello studio dell’avversario, capire dove e come colpirlo. Oggi abbiamo dimostrato di avere ciò di cui parlo sempre: ‘il timbro’. Per stare in una piazza del genere non puoi non avere certi valori. Il nostro gol a pochi secondi dall’inizio ha sicuramente influito e cambiato il piano della gara, è normale”. Infine, sul momento dei granata Russo ha spiegato: “Per noi dev’essere un punto d’inizio quello di oggi. È stata una settimana dura per i ragazzi, ma abbiamo lavorato bene e messo in campo l’atteggiamento e il sacrificio giusto”.

Ufficio Stampa

SSD Città di Acireale 1946 arl

TABELLINO

TRAPANI: Ujkaj, Sabatino, Cristini, Balla (27’ ST Bollino), Crimi (25’ ST Marigosu), Cocco, Morleo (36’ ST

Guerriero), Ba, Gagliardi (14’ ST Mascari), Pino, Kragl.

In panchina: Tartaro, Guerriero, Bollino, Mascari, Sbrissa, Marigosu, Pipitone, Bolcano, Sparandeo.

Allenatore: Alfio Torrisi

ACIREALE: Zizzania, Di Mauro (5’ ST Milo), Maltese, Sirimarco, Montaperto (26’ ST Romano), De Mutiis, Germinio, Cicirello (29’ ST Cusumano), Corigliano (9’ ST Lucchese), La Vigna, Vaccaro (23’ ST Galletta).

In panchina: Peschieri, Galletta, Lucchese, Romano, Milo, Vanzan, Sticenko, Rabini, Cusumano.

Allenatore: Gianluca Russo

Arbitro: Luigi Terribile, di Bassano del Grappa 1 °Assist.: Mattia Salvato, di Castelfranco Veneto Assist: Davide Carraretto, di Treviso

RETI: 1’ PT Montperto (Rig.) (A), 44’ PT Gagliardi (T)

Angoli: 7 (T) – … (A)

AMMONITI: 23’ PT Di Mauro (A), 4’ ST Zizzania (A), 6’ ST Torrisi (T), 11’ ST Germinio (A)

Espulsi: /

Spettatori: 5317

Antonio Spinella