100 CAMPANILI UNA FEDE

WhatsApp Image 2024-03-03 at 18.11.24 (1)
WhatsApp Image 2024-03-03 at 18.11.24 (2)
WhatsApp Image 2024-03-03 at 18.11.24 (3)
WhatsApp Image 2024-03-03 at 18.11.24 (4)
WhatsApp Image 2024-03-03 at 18.11.24
WhatsApp Image 2024-03-03 at 18.11.24 (5)

Ancora Zuppel e  quarta vittoria consecutiva per l’Acireale. Marra: “Squadra cresciuta sempre di più”

Una partita dalla forte carica agonistica, dura, con l’Acireale che riesce a passare in vantaggio e a mantenere il risultato, aggiungendo alla sua classifica, infine, tre punti importantissimi.

Primo tempo intenso, aggressivo ed equilibrato quello dello stadio “Aci e Galatea” tra i padroni di casa e il Città Di Sant’Agata. Vivace e capace di esprimersi al meglio tra le linee, la squadra di Facciolo approccia meglio la gara, sfiorando l’1-0 al 5’ con Mincica: miracoloso l’intervento di Zizzania da due passi e, successivamente, l’arbitro segnala anche il fuorigioco del calciatore ospite. Un minuto più tardi, l’Acireale risponde con Zuppel di testa, ma è semplice la risposta di Iovino. Al 18’, il grande ex Cicirello si libera dai 25 metri e calcia: palla alta. Occasione simile al 25’ per il Città Di Sant’Agata con Nunzi e, anche in questo caso, il tentativo finisce alto sopra la traversa.

Nella ripresa, il copione è simile a quello del primo tempo sul piano dell’intensità. Tuttavia, diminuiscono le occasioni per entrambe le squadre, che cercano costantemente l’episodio giusto per sbloccare la gara. Episodio che arriva al 52’ per l’Acireale: nel pieno di una mischia in area, infatti, su un cross di Lo Coco, Palma viene abbattuto dal portiere Iovino. Per l’arbitro non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Dagli undici metri, freddissimo, il solito Diego Zuppel sblocca la gara e realizza il quinto gol con la maglia granata. Trovato l’1-0, gli uomini di Marra tentano a più riprese il raddoppio con Montaperto, ma il fantasista – entrato al 72’ – è sfortunato nelle conclusioni. Concentrato e in gestione della partita, l’Acireale tiene bene il campo nel finale e, al termine dei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara, può festeggiare il suo quarto successivo consecutivo.

Intervenuto in conferenza stampa al termine della partita, Michele Facciolo, tecnico del Città Di Sant’Agata, ha spiegato: “Abbiamo perso contro una squadra forte, questo è da sottolineare. L’Acireale ha una buona tecnica e ha saputo metterci in difficoltà, anche se non sono d’accordo sull’episodio del rigore”. Sull’obiettivo playoff, alla portata della sua squadra, ha poi dichiarato: “Siamo dentro e vogliamo restarci, è normale pensarci”.

Anche Salvatore Marra ha parlato ai microfoni dei giornalisti: “Oggi abbiamo vinto contro una squadra forte, giovane e che lavora bene. Abbiamo concesso quei pochi episodi nel primo tempo perché uscivamo male, poi abbiamo capito cosa bisognava aggiustare e siamo riusciti a fare meglio. Con più lucidità potevamo anche chiuderla, ma va bene così. Siamo stati bravi a contenerli e a portare a termine il nostro obiettivo. Più consapevolezza dopo la partita con il Siracusa? Una domenica dopo l’altra questa squadra è cresciuta sotto ogni aspetto, poi è normale che, con gli arrivi dei nuovi calciatori, abbiamo aumentato i giri. Se devo scegliere una partita cruciale per il nostro percorso, devo dire che è stata quella con il San Luca: un pareggio forse sottovalutato da molti, ma col quale abbiamo dimostrato di avere un grande carattere”. Sugli obiettivi stagionali ha poi dichiarato: “A me fa piacere che la squadra stia crescendo sull’atteggiamento. Noi intanto dobbiamo raggiungere l’obiettivo salvezza, poi è chiaro che l’appetito vien mangiando. In questo senso, domenica contro il Ragusa può essere uno snodo importante e abbiamo bisogno di tutti”. Infine, la dedica della vittoria al capitano Giuseppe Savanarola: “La squadra ha bisogno del suo capitano. Lui sta soffrendo tantissimo per come gli infortuni lo tengono lontano dal campo e non vede l’ora di rientrare”.

 

Ufficio Stampa

SSD Città di Acireale 1946 arl

TABELLINO

ACIREALE: Zizzania, Di Mauro (18’ ST Sticenko), Maltese, Lucchese, D’Alessandris (18’ ST Vaccaro), Germinio, Cicirello (26’ ST Montaperto), Lo Coco, Tufano, Palma, Zuppel.

In panchina: Bollati, Galletta, De Mutiis, Mirabelli, Russotto, Spinelli.

Allenatore: Salvatore Marra

CITTÀ DI SANT’AGATA: Iovino, Yakubiv (31’ PT Nagy), Squillace, Marcellino, Mincica, Falla (43’ ST Esposito), Alagna, Maresca, Nunzi (34’ ST Carrozzo), D’Amore (46’ ST Lo Grande), Capogna (16’ ST Aquino).

In panchina: Bottino, Fiorillo, D’Avanzo, Severino.

Allenatore: Michele Facciolo

Arbitro: Kristian Ubaldi, di Fermo

1 °Assist.: Giovanni Gigliotti, di Cosenza

Assist: Francesco Paolo Graziano, di Paola

RETI: 8’ ST Zuppel (rig) (A)

Angoli: 2 (A) 2 (C)

RECUPERO: 1’ PT | 5’ ST

AMMONITI: 37’ PT Cicirello (A), 42’ PT D’Alessandris (A)

ESPULSI: 33’ ST Chiavaro (A)

SPETTATORI: 750 CA

Antonio Spinella